23 aprile – Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore

LA GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D’AUTORE è destinata a promuovere il piacere dei libri e della lettura. Ogni anno, il 23 Aprile, si tengono svariate celebrazioni in tutto il mondo per dimostrare il potere magico dei libri – un collegamento tra il passato e il futuro, un ponte tra generazioni e culture differenti. In questa occasione, l’UNESCO e le Organizzazioni Internazionali rappresentanti i 3 maggiori settori dell’editoria – editori, librai e biblioteche – selezionano una città come Capitale Mondiale del Libro per mantenere l’entusiasmo delle celebrazioni fino al 23 aprile dell’anno successivo.

La data del 23 aprile, che è stata scelta nel 1995 a Parigi dalla Conferenza Generale dell’UNESCO, è simbolica per la letteratura, poiché fu proprio in questo giorno che svariati autori illustri, come William Shakespeare, Miguel Cervantes e Inca Garcilaso de la Vega, morirono. Questa Giornata vuol rendere omaggio, in tutto il mondo, agli autori e ai libri, incoraggiando l’accesso a quest’ultimi per il maggior numero di persone. Il libro rappresenta, al di là delle frontiere fisiche, la migliore invenzione di condivisione di idee e incarna una forza potente per combattere contro la povertà e costruire una pace duratura.

Quest’anno, l’UNESCO e l’intera famiglia delle Nazioni Unite commemorano il 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che include la libertà di espressione e il diritto di beneficiare del progresso scientifico. Da questi diritti è nata la libertà di pubblicazione, inserita per la prima volta nell’ Accordo di Firenze del 1950, nella quale l’UNESCO auspica la cooperazione tra nazioni in tutte le forme dell’attività intellettuale, includendo lo scambio di pubblicazioni, oggetti di interesse artistico e scientifico e altri documenti d’informazione.

Numerosi eventi si terranno nel mondo intero in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore 2018, per sottolineare il potere dei libri che ci riuniscono e ci trasmettono la saggezza attraverso le differenti culture. Un evento celebrativo principale (che include laboratori, mostre, letture etc.) sarà organizzato presso la Sede Centrale dell’UNESCO per offrire al pubblico una lettura facilitata a ognuno dei 30 articoli della Dichiarazione, ai materiali relativi e alle azioni condotte dall’Organizzazione stessa. L’UNESCO – in partnership con l’Associazione Internazionale degli Editori, la Federazione Internazionale ed Europea dei Librai e la Federazione Internazionale delle Associazioni e Istituzioni delle Biblioteche – ci invita  a celebrare i benefici della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e in tal modo affermare i principi permanenti dei Diritti Umani e gli standard che ha contribuito a stabilire.

Nel 2018, Atene è stata scelta come Capitale Mondiale UNESCO del Libro. La città si impegna a promuovere i libri e la lettura e a organizzare attività, lungo tutto il corso dell’anno, cominciando con la celebrazione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore il 23 aprile. Il programma delle attività include incontri con scrittori, traduttori e illustratori, concerti, mostre a tema, letture di poesie e anche laboratori destinati ai professionisti dell’editoria.

Come ci ricorda la Direttrice Generale dell’UNESCO, Audrey Azoulay, nel suo messaggio in occasione della Giornata:

“Celebrando il libro, celebriamo delle attività – scrivere, leggere, tradurre, pubblicare – attraverso le quali l’essere umano si eleva e si realizza; fondamentalmente, noi celebriamo le libertà che le rendono possibili. Il libro giace nel punto di incontro tra le libertà umane più essenziali, tra le quali, in primis, troviamo le libertà di espressione e di pubblicazione. Queste libertà sono fragili. Esse si confrontano con numerose sfide: dalla rimessa in causa del diritto d’autore e della diversità culturale alle minacce fisiche alle quali sono esposti gli autori, i giornalisti e gli editori in molti Paesi. Tali libertà sono, al giorno d’oggi, ancora negate nel momento in cui scuole vengono attaccate e libri e manoscritti bruciati.

È nostro dovere proteggere certe libertà, ovunque nel mondo, promuovendo la lettura e la scrittura, al fine di lottare contro l’analfabetismo e la povertà, di rafforzare i fondamenti della pace e di proteggere e valorizzare le professioni legate all’editoria e i loro attori.”

Sono numerosissime le iniziative dei Club e Centri per l’UNESCO italiani in occasione della Giornata http://ficlu.org/iniziative-dei-club/

 

Messaggio Direttrice Generale UNESCO (traduzione in italiano a cura del Centro per l’UNESCO di Torino)

Pagina dedicata sul sito dell’UNESCO